La L.R. 26/2014, istituendo le Unioni territoriali intercomunali (UTI) ha disciplinato le modalità con cui le funzioni amministrative in capo a Regione, Province e Comuni sono esercitate.
In particolare all’art. 26 ha disposto che l’UTI gestisce direttamente le materie elencate nell’articolo stesso, tra cui le attività produttive, ivi compreso lo sportello unico.
In realtà si tratta di due materie distinte a cui fanno capo differenti compiti e funzioni:

  • le Attività Produttive sono regolamentate dalle singole leggi di settore e prevedono una funzione autorizzatoria in capo al Comune, limitata alla materia di competenza: commercio, artigianato, ecc.
  • lo Sportello Unico è disciplinato da una puntuale normativa (DPR 160/2010 e LR 3/2000) e ha una funzione di coordinamento tra Enti; in particolare lo sportello è l'unico punto di contatto tra l’imprenditore e gli enti che intervengono, nel procedimento di autorizzazione, a svolgere una data attività produttiva e di servizi, e comprende anche aspetti costruttivi, ambientali, sanitari, di prevenzione incendi, ecc.

Il legislatore regionale riunendo le due funzioni, opta per la creazione di un’organizzazione adatta a gestirle insieme, coordinando le procedure e verificando i procedimenti in materia di attività produttive.

L’UTI pertanto gestisce i procedimenti autorizzatori nelle materie delle attività produttive (Agricoltura - Commercio in sede fissa - Commercio sulle aree pubbliche - Commercio stampa quotidiana e periodica - Somministrazione di alimenti e bevande - Artigianato e servizi - Pubblico spettacolo e giochi - Imprenditori agricoli e attività agrituristiche - Strutture ricettive turistiche - Stabilimenti balneari - Taxi - Noleggio con conducente - Noleggio senza conducente - Autorimessa - Impianti di carburante) e il coordinamento dei procedimenti che rientrano nello sportello unico (provvedimenti edilizi, autorizzazioni paesaggistiche, parere ARPA, autorizzazioni agli scarichi, autorizzazione idraulica, notifiche in materia di tutela del lavoro, autorizzazione unica ambientale e ogni altro procedimento inserito nel portale regionale).

Attualmente l’UTI Friuli Centrale è costituita tra i Comuni di Campoformido, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Tavagnacco, Tricesimo e Udine.

I procedimenti gestiti e la modulistica sono su www.suap.fvg.it